Go To Top

BARRA VE

Fillers

Riempire vuol dire posizionare un materiale di natura diversa nel corretto piano anatominco con l'obiettivo di ricreare, restituire o modellare volumetricamente la cute, la parte sottocutanea o la superficie mucosa, allo scopo di ottenere un effetto rigenerante, un'accentuazione di un attributo fisico o un miglioramento fisiologico.

Un riempitivo ideale, consiste in una sostanza facile da manipolare (conservazione ed amministrazione), poco costoso, biocompatibile, non immunogenico, non tossico, non cancerogeno, non infiammatorio (acuto / cronico), non migratorio, di lunga durata, altamente volumetrico, indolore, e versatile. Purtroppo la perfezione è una condizione difficile da raggiungere, per cui si dovrebbe ottenere il giusto equilibrio tra i punti di forza e quelli di debolezza di ciascuna sostanza, per ottenere il giusto risultato dal materiale. Il migliore risultato dipenderà dalla conoscenza dei materiali e dalle aspettative particolari di ogni paziente. Il miglior risultato si ottiene pertanto, con la scelta del materiale, con la sua corretta somministrazione anatomica, con l'utilizzo della quantità appropriata e con una soddisfacente evoluzione nel tempo. Non esiste un unico materiale tale da correggere tutti i difetti, o da essere iniettato in qualsiasi strato della pelle; molte volte devono essere combinati per un risultato appropriato.

I Fillers sono classificati in base alla loro origine in: naturali (xenogenici, omogenici e autogeni) e sintetici. La recente combinazione dei prodotti ha generato, la necessità di classificarli secondo la loro durata in: temporali e permanenti.

La conoscenza della composizione, la reazione fisiologica del tessuto e la durata delle diverse sostanze è fondamentale per evitare gli effetti avversi dei riempitivi.

  logo footer 01  logo footer 04  logo footer 4bis  logo footer mystem1  logo footer 02