Go To Top

BARRA VE

Fat Grafting

Il grasso è considerato un tessuto naturale, omogenico, autologo, anallergico, facilmente reperibile, a basso costo, di versatile utilizzo, riempitivo di correzione permanente.

In letteratura sono state descritte diverse tecniche di lipofilling: la tecnica di Coleman, minimamente invasiva in base all'ottenimento del grasso, preparato mediante centrifugazione ed infiltrazione multilivello; la tecnica di Amar, basata sull' infiltrazione del grasso direttamente nei muscoli per una migliore irrorazione; la tecnica di Yoshimura o microlipofilling basata sulla raccolta ed infiltrazione di micro particelle di grasso.

Il Lipofilling permette un effetto di lunga durata, stimata in anni, anche se alcuni studi mostrano un riassorbimento variabile, tra il 30-60%, nell’ arco di dieci mesi.

Gli svantaggi della tecnica includono: la necessità di raccolta, l’utilizzo di anestesia sul sito donante e recettore, la mancanza di disponibilità nei casi di lipodistrofie ed il riassorbimento imprevedibile.

Gli effetti negativi della tecnica descritta sono l'edema sul sito di iniezione, la calcificazione, la morbilità del sito donante (dolore, infezioni, cicatrici, ecc), il riassorbimento imprevedibile, le irregolarità, la fibrosi e l'embolia adiposa.

Grande interesse ha suscitato di recente nella comunità medica, l'uso di iniezioni di grasso relative alle capacità rigenerative delle cellule mesenchimali presenti al suo interno, tali da permettere non solo un effetto volumetrico, ma anche miglioramenti cutanei.

  logo footer 01  logo footer 04  logo footer 4bis  logo footer mystem1  logo footer 02